Mid Ohio – 13° gara stagione 2000

Tredicesima gara della stagione 2000 – Miller Lite 200– 13/8/2000

Circuito: Mid Ohio Sports Car Course

Tipologia: Stradale Permanente

Lunghezza: 2.258 mi – 3.613 km

Configurazione aerodinamica: Stradale

Record della pista: 1.05.347 – 1999, Dario Franchitti – Reynard Honda

Distanza di gara: 83 giri – 187.4 mi

Vincitore uscente:  Juan Pablo Montoya

 

Griglia di partenza – Mid Ohio
Pos. Pilota Tempo Pilota Tempo
1 Gil de Ferran 1.05.347
2 Helio Castroneves 1.05.362
3 Dario Franchitti 1.05.665
4 Kenny Brack 1.05.806
5 Christian Fittipaldi 1.05.962
6 Max Papis 1.06.047
7 Cristiano da Matta 1.06.251
8 Michael Andretti 1.06.338
9 Patrick Carpentier 1.06.391
10 Juan Montoya 1.06.406
11 Jimmy Vasser 1.06.428
12 Adrian Fernandez 1.06.472
13 Mauricio Gugelmin 1.06.529
14 Paul Tracy 1.06.598
15 Roberto Moreno 1.06.782
16 Alex Tagliani 1.06.852
17 Oriol Servia 1.07.048
18 Mark Blundell 1.07.069
19 Tony Kanaan 1.07.173
20 Shinji Nakano 1.07.340
21 Gualter Salles 1.07.615
22 Tarso Marques 1.07.750
23 Memo Gidley 1.08.088
24 Michel Jourdain Jr. 1.08.256
25 Luiz Garcia Jr. 1.09.471

Alla partenza De Ferran mantiene la testa seguito da Castroneves, con Brack che sopravanza Franchitti e Papis che ha la meglio su Fittipaldi. Mentre Kanaan risale dalle retrovie passando nei primi giri Blundell e Servia, davanti le Penske mettono in mostra un ritmo inavvicinabile, staccando Brack di oltre 3” dopo soli 4 giri. Lo svedese in realtà rallenta il gruppo, tranne Franchitti che dopo qualche giro conquista il terzo posto con una bella staccata alla curva 3. Parallelamente Andretti passa Da Matta per la settima piazza, con Garcia fermo per un guasto e Gugelmin che perde un giro dopo un contatto con Moreno.

Dopo aver tribolato non poco nelle prove, cambiando anche diversi alettoni anteriori, le cose per Montoya non vanno meglio in gara. Il colombiano perde infatti il controllo della vettura nella veloce curva che precede il Caroussel, precipitando dal nono all’ultimo posto. Poco più tardi problemi elettrici costringono Franchitti a perdere un giro ai box, mentre Fittipaldi ha la meglio su Papis per il quarto posto. Poco dopo il 20° passaggio iniziano le soste ai box, con le Penske che conducono con oltre 20” su Brack. Castroneves riesce a ritardare la sosta di un giro rispetto al compagno, prendendo il comando delle operazioni, mentre alle loro spalle continua la battaglia tra Brack e Fittipaldi, con Carpentier che risale al sesto posto davanti ai duellanti Andretti e Da Matta.

Nel frattempo continua la difficile giornata di Montoya, che prima esce di pista in curva 1 e poi, inspiegabilmente, non lascia strada a De Ferran, che accumula un enorme ritardo da Castroneves e dice praticamente addio a ogni speranza di vittoria. Al 42° giro il distacco tra i piloti Penske è infatti di 10”, quando la situazione finalmente si sblocca con il ritiro di Montoya, che parcheggia a bordo pista senza metanolo. Mentre Kanaan entra in zona punti superando Tagliani, Salles esce fuori pista alla Key Hole, Marques si ritira, imitato poi da Vasser e Franchitti, con lo scozzese che butta fuori il campione ’96 nel tentativo di sdoppiarsi.

Successivamente Gugelmin si ritira e il testacoda di Nakano provoca la prima neutralizzazione della corsa, con Castroneves che vede evaporare un vantaggio di 19”. Mentre tutti i componenti del gruppo di testa avevano completato la seconda sosta prima della neutralizzazione, Papis e Fernandez si fermano durante la bandiera gialla. La corsa riparte al 67° giro, con Castroneves che scappa via protetto da due doppiati, mentre De Ferran precede con margine Fittipaldi, acciaccato ma efficacissimo dopo il brutto incidente di Chicago. Alle loro spalle Papis e Brack, con l’italiano che ha conquistato la quarta piazza durante l’ultimo turno di soste. In mezzo al gruppo in lotta intanto Fernandez riesce ad agguantare il quinto posto superando Carpentier, mentre un azzardato tentativo all’esterno di Tagliani su Tracy finisce con il pilota del team Green in testacoda. Restano coinvolti anche Kanaan e Da Matta, costretti al ritiro come Tracy, mentre Tagliani può proseguire.

Dopo l’ultima ripartenza Castroneves ricostruisce un buon margine su De Ferran, insidiato da Fittipaldi, mentre alle loro spalle le posizioni sono ormai consolidate, con “Spider man” Castroneves che bissa il successo di Detroit, esibendosi nuovamente nella scalata delle reti. Per la Penske si tratta della prima doppietta dal 1994. Ottima terza posizione per Fittipaldi davanti al duo del team Rahal a precedere Fernandez, Carpentier, un opaco Andretti e Tagliani.

Ordine d’arrivo
Pos. Pilota Squadra N Vettura Tempo
1 Helio Castroneves (L) Penske 3 R/H 83 giri in 1:44:59.029 – 106.558 mph
2 Gil de Ferran (P) Penske 2 R/H
3 Christian Fittipaldi Newman Haas 11 L/F
4 Max Papis Rahal 7 R/F
5 Kenny Bräck Rahal 8 R/F
6 Adrián Fernández Patrick 40 R/F
7 Patrick Carpentier Forsythe 33 R/F
8 Michael Andretti Newman Haas 6 L/F
9 Alex Tagliani Forsythe 32 R/F
10 Oriol Servià PPI Wells 97 R/T 1 giro
11 Roberto Moreno Patrick 20 R/F 1 giro
12 Memo Gidley Della Penna 10 R/T 1 giro
13 Tony Kanaan Nunn 55 R/M 1 giro
14 Mark Blundell PacWest 18 R/M 1 giro
15 Michel Jourdain Jr. Bettenhausen 16 L/M motore
16 Paul Tracy Green 26 R/H incidente
17 Cristiano da Matta PPI Wells 96 R/T incidente
18 Tarso Marques Coyne 34 S/F cambio
19 Shinji Nakano Walker 5 R/H incidente
20 Mauricio Gugelmin PacWest 18 R/M misfire
21 Jimmy Vasser Ganassi 12 L/T incidente
22 Dario Franchitti Green 27 R/H incidente
23 Gualter Salles Coyne 19 L/F incidente
24 Juan Montoya Ganassi 1 L/T serbatoio vuoto
25 Luiz Garcia Jr. Arciero 25 R/M motore
Telaio/Motore

L= Lola B2K/00; R= Reynard 2KI; S= Swift 010.c

F= Ford; H= Honda; M= Mercedes; T= Toyota

(P) punto per la pole position, (L) punto per il maggior numero di giri condotti in testa

 

Classifica dopo Mid Ohio
Pos. Pilota Punti
1   Michael Andretti 125
2   Gil de Ferran 106
3   Roberto Moreno 100
4   Kenny Brack 88
5   Adrian Fernandez 87
6   Cristiano da Matta 82
7   Paul Tracy 80
8   Juan Pablo Montoya 77
8   Helio Castroneves 77
10   Patrick Carpentier 71
11   Max Papis 68
11   Jimmy Vasser 68
13   Dario Franchitti 58
14   Christian Fittipaldi 52
15   Alex Tagliani 44
16   Oriol Servia 41
17   Mauricio Gugelmin 30
18   Mark Blundell 14
18   Bryan Herta 14
20   Memo Gidley 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *