Portland – 8° gara stagione 2000

Ottava gara della stagione 2000 – Freightliner/G.I Joe’s 200 – 25/6/2000

Circuito: Portland International Raceway

Tipologia: Stradale Permanente

Lunghezza: 1.969 mi – 3.164

Configurazione aerodinamica: Stradale

Record della pista: 58.193 – 1999, Juan Pablo Montoya – Reynard Honda

Distanza di gara: 112 giri – 220.5 miglia

Vincitore uscente:  Gil De Ferran

Gugelmin ha fatto segnare il 14° tempo in prova ma prende il via dal fondo per non aver superato le verifiche tecniche.

Griglia di partenza – Portland
P Pilota Tempo Pilota Tempo
1 Helio Castroneves 57.738
2 Gil de Ferran 57.820
3 Roberto Moreno 57.977
4 Dario Franchitti 58.059
5 Kenny Brack 58.098
6 Christian Fittipaldi 58.115
7 Oriol Servia 58.163
8 Juan Pablo Montoya 58.296
9 Cristiano Da Matta 58.487
10 Adrian Fernandez 58.540
11 Michael Andretti 58.619
12 Patrick Carpentier 58.659
13 Max Papis 58.864
14 Jimmy Vasser 59.269
15 Alex Tagliani 59.352
16 Mark Blundell 59.382
17 Paul Tracy 59.472
18 Tarso Marques 59.572
19 Michel Jourdain Jr. 59.624
20 Bryan Herta 59.746
21 Shinji Nakano 60.014
22 Luiz Garcia Jr. 60.061
23 Norberto Fontana 60.187
24 Takuya Kurosawa  62.380
25 Mauricio Gugelmin no time

Castroneves precede De Ferran alla prima curva, mentre dietro Brack arriva leggermente lungo, manda in testacoda Franchitti e genera un parapiglia che costa il ritiro a Papis e Vasser e pregiudica la corsa di Tracy e Fernandez. La gara riparte al quinto giro, con Fittipaldi che nel superare Moreno spiattella le gomme anteriori, dovendo cedere la posizione al giro successivo. Poco più tardi Da Matta supera sia Montoya che Fittipaldi, che dopo aver ceduto anche al colombiano blocca un gruppetto composto da Tagliani, Andretti e Servia. Mentre Kurosawa si ritira per problemi al motore e Castroneves guida sul compagno di squadra di oltre 2”, Andretti supera Tagliani e pressa Fittipaldi fino al 17° giro, quando il brasiliano è costretto a rientrare per sostituire le gomme.

Continuano i guai per Tracy, che buca una gomma e perde un giro, mentre Blundell parcheggia la vettura ai box. Complici i numerosi ritiri, Garcia Jr. si ritrova sorprendentemente in 13° posizione, mentre Marques da seguito alla bella qualifica gravitando in zona punti. Attorno al 35° giro tutti completano il primo turno di soste, con Moreno che si ferma per ultimo, senza che la classifica subisca sostanziali variazioni. Il vantaggio di Castroneves, che prima della sosta superava i 6”, comincia lentamente a ridursi, col brasiliano inseguito da De Ferran, che a sua volta deve guardarsi da Moreno, Da Matta e Montoya, mentre Andretti è preceduto da Fittipaldi, che porta avanti una tattica alternativa.

Mentre il vantaggio di Castroneves, anche a causa dei doppiaggi, scende a 1.5”, dietro Andretti ha la meglio su Montoya, che conserva metanolo. Il secondo turno di soste inizia al 68° giro e vede Castroneves fermarsi un giro dopo De Ferran, che passa comunque a condurre. Moreno è ancora l’ultimo a fermarsi, cosa che gli permetterebbe di evitare un rabbocco finale, ma il suo pit stop dura ben 20”. In testa De Ferran spinge al massimo sperando che non escano safety car, mentre Castroneves, Da Matta e Andretti procedono a passo ridotto in attesa di una neutralizzazione.

Prima di effettuare il rabbocco, all’89° passaggio, De Ferran può contare su oltre 20” di vantaggio su Castroneves, un margine sufficiente a permettergli di rientrare in pista appena davanti a Moreno, in quarta posizione dietro il compagno, Da Matta e Andretti, mentre Montoya si ritira con problemi al motore.  Nelle tornate successive le soste dei primi riportano De Ferran in testa, con Moreno che tiene il passo grazie ai doppiaggi e Fittipaldi che si issa in terza piazza, davanti a Castroneves, Andretti e Da Matta, incalzato da Brack.

Nelle ultime tornate De Ferran è frenato dal doppiato Carpentier, ma riesce comunque a contenere Moreno, cogliendo la seconda vittoria stagionale e guidando un podio tutto brasiliano grazie anche al terzo posto di Fittipaldi. Andretti, sopravvissuto nel finale a un contatto col doppiato Garcia, agguanta il quarto posto approfittando dei problemi di Castroneves, che rimane senza carburante sulla dirittura d’arrivo, chiudendo settimo dietro anche a Da Matta e Brack. Servia termina ottavo precedendo uno sfortunato Franchitti, Carpentier, Nakano e Fernandez.

Ordine d’arrivo
P Pilota Squadra N Vettura Tempo
1 Gil de Ferran Penske 2 R/H 112 giri in 2:00:46.002 – 109.564 mph
2 Roberto Moreno Patrick 20 R/F 2.625
3 Christian Fittipaldi Newman Haas 11 L/F 8.982
4 Michael Andretti Newman Haas 6 L/F 29.731
5 Cristiano da Matta PPI Wells 96 R/T 30.070
6 Kenny Brack Rahal 8 R/F 30.590
7 Helio Castroneves (P) (L) Penske 3 R/H 33.710
8 Oriol Servia PPI Wells 97 R/T 54.469
9 Dario Franchitti Green 27 R/H 57.600
10 Patrick Carpentier Forsythe 33 R/F 1 giro
11 Shinji Nakano Walker 5 R/H 1 giro
12 Adrian Fernandez Patrick 40 R/F 1 giro
13 Alex Tagliani Forsythe 32 R/F guasto
14 Luiz Garcia Jr. Arciero 25 R/M 2 giri
15 Tarso Marques Coyne 34 S/F 2 giri
16 Bryan Herta Nunn 55 R/M 3 giri
17 Juan Pablo Montoya Ganassi 1 L/T guasto
18 Paul Tracy Green 26 R/H incidente
19 Mauricio Gugelmin PacWest 17 R/M guasto
20 Mark Blundell PacWest 18 R/M guasto
21 Norberto Fontana Della Penna 10 R/T guasto
22 Takuya Kurosawa Coyne 19 L/F guasto
23 Michel Jourdain Jr. Bettenhausen 16 L/M guasto
24 Jimmy Vasser Ganassi 12 L/T incidente
25 Max Papis Rahal 7 R/F incidente
Telaio/Motore

L= Lola B2K/00; R= Reynard 2KI; S= Swift 010.c

F= Ford; H= Honda; M= Mercedes; T= Toyota

(P) punto per la pole position, (L) punto per il maggior numero di giri condotti in testa

 

Classifica dopo Portland
Pos. Pilota Punti
1   Roberto Moreno 68
2   Gil de Ferran 67
3   Paul Tracy 59
4   Michael Andretti 56
5   Jimmy Vasser 54
6   Max Papis 47
6   Kenny Brack 47
8   Juan Pablo Montoya 46
9   Helio Castroneves 44
9   Dario Franchitti 44
11   Adrian Fernandez 39
12   Christian Fittipaldi 38
13   Patrick Carpentier 37
14   Cristiano da Matta 35
15   Oriol Servia 31
16   Alex Tagliani 26
17   Mauricio Gugelmin 21
18   Mark Blundell 13
19   Tony Kanaan 11
20   Bryan Herta 10

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *