1985

I MOTIVI

Il 1985 vede il ritorno in auge del team Penske, capace di portare a casa sia il campionato che la Indy500. Entrambi i risultati arrivano però al termine di intense battaglie con vari avversari. Alla prima stagione con il team del Capitano, Danny Sullivan trionfa a Indianapolis avendo la meglio su Mario Andretti, nell’edizione consegnata alla storia dallo “spin and win” del pilota del Kentucky, che prima di andare a vincere si salva da un testacoda a piena velocità.  Da sostituto di Rick Mears, in recupero dalle ferite riportate a Sanair e impegnato in un calendario di soli ovali, ancora una volta Al Unser si dimostra un implacabile pilota da titolo. Meno veloce di Sullivan, come nel 1983 il pilota del New Mexico imposta infatti la sua campagna sulla consistenza, collezionando più punti di avversari temibili come Rahal, lo stesso Sullivan e il campione in carica Mario Andretti, che perde una gara dopo un brutto incidente nella Michigan500. Alla fine a contendere ad Unser il titolo è proprio il figlio Al Jr., che porta la contesa fino all’appuntamento finale di Miami, dovendosi però arrendere, seppur con il sorriso, per un solo punto.

 

 

NOVITà REGOLAMENTARI

 

IN ARRIVO

 

CALENDARIO

 

Gara Data Pista Tipologia
1 14 aprile Long Beach Cittadino
2 26 maggio Indianapolis Super speedway
3 2 giugno Milwaukee Ovale corto
4 16 giugno Portland Stradale permanente
5 30 giugno Meadowlands Cittadino
6 7 luglio Cleveland Stradale aeroporto
7 28 luglio Michigan Super speedway
8 4 agosto Road America Stradale permanente
9 18 agosto Pocono Super speedway
10 8 settembre Sanair Stradale permanente
11 22 settembre Michigan – 200 miglia Super speedway
12 6 ottobre Laguna Seca Stradale permanente
13 13 ottobre Phoenix Ovale corto
14 9 novembre Miami Cittadino

 

 

 

TEAM E PILOTI

 

Newman Haas Racing

Pilota Mario Andretti (USA)
Alan Jones (AUS)
Vettura #1 Budweiser
Telaio Lola T900
Motore Cosworth
Ingegnere Tony Cicale
Stratega
Capo meccanico

 

 

All American Racers

Pilota Tom Sneva (USA) Ed Pimm (USA)
Vettura #2 Skoal Bandit #98 Skoal Bandit
Telaio Eagle 85GC/Lola T900 Eagle 85GC/Lola T900
Motore Cosworth Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Truesports Racing

Pilota Bobby Rahal (USA)
Vettura #3 Budweiser
Telaio March 85C
Motore Cosworth
Ingegnere Adrian Newey
Stratega Steve Horne
Capo meccanico

 

 

Team Penske

Pilota Danny Sullivan (USA) Rick Mears (USA)
Al Unser (USA)
Vettura #4 Miller #5 Pennzoil
Telaio March 85C March 85C
Motore Cosworth Cosworth
Ingegnere Ken Anderson
Stratega Derrick Walker Roger Penske
Capo meccanico Chuck Sprague Peter Parrott

 

 

Galles Racing

Pilota Pancho Carter (USA) Geoff Brabham (AUS)
Roberto Moreno (USA)
Vettura #6 #7 Coor’s Light
Telaio March 85C  March 85C
Motore Cosworth/Buick Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Team Cotter

Pilota Roberto Guerrero (COL)
Vettura #9
Telaio March 85C
Motore Cosworth
Ingegnere Morris Nunn
Stratega
Capo meccanico

 

 

Arciero Racing

Pilota Bill Whittington (USA) Randy Lanier (USA)
Vettura #12 #57
Telaio Lola T900/March 85C Lola T900
Motore Cosworth Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Gilmore Racing

Pilota A.J. Foyt (USA)
Vettura #14 Gilmore
Telaio March 85C/Lola T900
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Team Kraco

Pilota Kevin Cogan (USA) Michael Andretti (USA)
Vettura #18 Kraco #99 Kraco
Telaio March 85C March 85C
Motore Cosworth Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico Brian Stewart

 

 

Dale Coyne Racing

Pilota Dale Coyne (USA)
Vettura #19
Telaio Lola T800
Motore Chevrolet V6
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Patrick Racing

Pilota Bruno Giacomelli (ITA) Emerson Fittipaldi (BRA)
Gordon Johncock (USA)
Sammy Swindell (USA)
Don Whittington Jr. (USA)
Vettura #20 #40 7-Eleven
Telaio March 85C March 85C
Motore Cosworth Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Alex Morales Racing

Pilota Johnny Rutherford (USA)
Vettura #21
Telaio March 85C
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Dick Simon Racing

Pilota Raul Boesel (BRA)
Dick Simon (USA)
Vettura #22
Telaio March 85C
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Leaders Card Racing

Pilota Rocky Moran (USA)
Tom Bigelow (USA)
Phil Krueger (USA)
Herm Johnson (USA)
Gary Bettenhausen (USA)
Dominic Dobson (USA)
Vettura #24
Telaio March 84C/March 85C
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Interscope Racing

Pilota Danny Ongais (USA)
Vettura #25
Telaio March 85C
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Doug Shiersons Racing

Pilota Al Unser Jr. (USA)
Vettura #30 Domino’s Pizza
Telaio Lola T900
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Forsythe Racing

Pilota Howdy Holmes (USA)
Jan Lammers (NED)
Vettura #33 Jiffy
Telaio Lola T900
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Wysard Racing

Pilota Jim Crawford (SCO)
Darin Brassfield (USA)
Vettura #34
Telaio Lola T900
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Pace Racing

Pilota Dennis Firestone (AUS)
Tom Bigelow (USA)
Jim Crawford (SCO)
Vettura #36
Telaio March 84C/Lola T900
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Brayton Racing

Pilota Scott Brayton (USA)
Vettura #37
Telaio March 85C
Motore Cosworth/Buick
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

AMI Racing

Pilota John Paul Jr. (USA)
Jan Lammers (NED)
Vettura #43
Telaio March 85C
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Machinists Union Racing

Pilota Josele Garza (USA) Pete Halsmer(USA)
Rupert Keegan (ENG)
Chip Ganassi (USA)
Vettura #55 #59
Telaio March 85C March 85C
Motore Cosworth Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Gohr Racing

Pilota Steve Chassey (USA)
Vettura #56
Telaio March 85C
Motore Chevrolet V6
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Provimi Racing

Pilota Arie Luyendyk (NED)
Vettura #61 Provimi
Telaio Lola T900
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Hemelgarn Racing

Pilota Michael Roe (IRL)
Spike Gehlhausen (USA)
Enrique Mansilla (AEG)
Scott Brayton (USA)
Vettura #71
Telaio Lola T900/March 85C
Motore Cosworth
Ingegnere
Stratega
Capo meccanico

 

 

Canadian Tire Racing

Pilota Jacques J. Villeneuve (CAN)
Vettura Johnny Parsons (USA)
Telaio #76
Motore March 85C
Ingegnere Cosworth
Stratega
Capo meccanico

 

 Ulteriori informazioni su wikipedia.com

 

RACCONTO DELLA STAGIONE

La prova di apertura di Long Beach vede Mario Andretti conquistare la pole davanti a Bobby Rahal. Al via il campione in carica mantiene il comando costruendo un ampio margine sugli inseguitori, capitanati da Jacques Villeneuve e il duo Patrick Fittipaldi-Giacomelli. Rahal è invece subito messo fuori causa da un contatto col muro, mentre problemi al turbo rallentano Unser Jr. Un errore di calcolo costa però caro a Villeneuve, che rimane in pista col serbatoio vuoto. Ne approfitta allora Sullivan, partito solo nono, che dopo aver passato Fittipaldi, si lancia all’inseguimento di Andretti, consapevole di dover comunque effettuare una seconda sosta. L’italo-americano tenta invece di terminare la corsa senza ulteriori rifornimenti, permettendosi di lasciar andare Sullivan, che poi rovina tutto rimanendo a sua volta a secco nel giro di rientro. Dopo aver riguadagnato la seconda piazza, incredibilmente Sullivan rimane nuovamente a secco all’ultimo giro, consegnando il secondo posto a Fittipaldi. Alla fine il metanolo è invece sufficiente ad Andretti per evitare l’ultimo rabbocco e conquistare il successo, il secondo consecutivo a Long Beach.

Il duo Carter-Brayton fa segnare un 1-2 nelle qualifiche di Indianapolis per il potente Buick V6, precedendo Mario Andretti. In gara però il propulsore americano ha vita breve, costringendo al ritiro i due principali portacolori nelle prime battute. Non se la passa meglio Bobby Rahal, che poco dopo si ferma con problemi al turbo mentre battaglia con Andretti per il comando. Dopo aver preso margine su Fittipaldi e Sneva, a metà gara Andretti deve fronteggiare il ritorno di Danny Sullivan. Il primo assalto del pilota Penske si risolve però con un testacoda incruento, mentre il secondo ha più successo, consegnando la vetta al pilota del Kentucky. Andretti, in difficoltà con l’assetto, deve invece guardarsi le spalle da Fittipaldi, frenato nelle ultime battute da problemi tecnici. Nemmeno una ripartenza nel finale impensierisce Sullivan, che conquista il primo successo a Indianapolis, passato alla storia come “spin and win”. Un deluso Andretti chiude invece secondo davanti a Guerrero.

Dopo essere rimasto a bocca asciutta a Indianapolis, Mario Andretti offre una prestazione dominante a Milwuakee, comandando dalla pole. L’italo americano nelle prime battute precede Sullivan e Mears, presto raggiunti da un combattivo Carter e da uno spettacolare Sneva, risalito dal 19° posto. La gara del polesitter di Indy è però rovinata da una penalità, mentre la cavalcata di Sneva si completa quando il due volte campione USAC soffia a Rick Mears il secondo posto. Nulla può però fermare Andretti, che doppia tutti fino a Sullivan, quarto, conquistando il secondo successo stagionale. Per Sneva un ottimo secondo posto con la Eagle davanti a Mears, di ritorno sul podio per la prima volta dopo l’incidente di Sanair.

CONTINUA

Pos. Pilota Punti
1 Al Unser 151
2 Al Unser, Jr. 150
3 Bobby Rahal 133
4 Danny Sullivan 126
5 Mario Andretti 114
6 Emerson Fittipaldi 104
7 Tom Sneva 66
8 Jacques Villeneuve 54
9 Michael Andretti 53
10 Johnny Rutherford 51
10 Rick Mears 51
12 Josele Garza 46
13 Ed Pimm 45
14 Kevin Cogan 44
15 Geoff Brabham 41
16 Pancho Carter 37
17 Roberto Guerrero 34
18 Arie Luyendyk 33
19 Bruno Giacomelli 32
20 Jim Crawford 16
21 Bill Whittington 15
22 Scott Brayton 15
23 Alan Jones 14
24 Danny Ongais 14
25 Howdy Holmes 12
26 Jan Lammers 11
27 Michael Roe 11
28 Roberto Moreno 10
29 Johnny Parsons 10
30 Raul Boesel 10
31 Enrique Mansilla 8
32 Pete Halsmer 7
33 Dennis Firestone 6
34 Steve Chassey 6
35 Rupert Keegan 4
36 Dick Simon 3
37 Chet Filip 3
38 Dominic Dobson 2
39 Herm Johnson 1
40 Derek Daly

1

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *